XIII.a DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

VANGELO DI MARCO - 5,21.43

".....CHI MI HA TOCCATO?....E LA DONNA, IMPAURITA E TREMANTE, GETTATASI AI SUOI PIEDI, LE DISSE TUTTA LA VERITA'.

ED EGLI LE DISSE: "FIGLIA, LA TUA FEDE TI HA SALVATA. VA' IN PACE E SII GUARITA DAL TUO MALE".

".....PERCHE' VI AGITATE E PIANGETE? LA BAMBINA NON E' MORTA MA DORME". PRESE LA MANO DELLA BAMBINA E LE DISSE: "TALITA' KUM", CHE SIGNIFICA: "FANCIULLA, IO TI DOCO: ALZATI!" E SUBITO LA FANCIULLA SI ALZO' E CAMMINAVA.

DUE ATTI DI FEDE E DI FIDUCIA, DELLA EMORROISSA E DEL PAPA' DELLA FANCIULLA, NELLA POTENZA SALVIFICA DEL SIGNORE; UN TOCCO DELLA VESTE DEL SIGNORE E UNA MANO DELLO STESSO SIGNORE PROTESA VERSO LA FANCIULLA HANNO FATTO SPRIGIONARE LA FORZA DELL'AMORE DEL SIGNORE VERSO QUESTE DUE CREATURE.

NOI TOCCHIAMO IL SIGNONE NELL'EUCARISTIA OGNI GIORNO E LUI, NELLA SUA BONTA' INFINITA E MISERICORDIOSA, CI TENDE LA MANO PER RISOLLEVARCI DALLE NOSTRE INFERMITA': STRINGIAMOLA FORTE E, CON FEDE E FIDUCIA IN LUI, CONTINUIAMO LA NOSTRA VITA NELLA REALIZZAZIONE DEL PIANO DI DIO.

 

BUONA DOMENICA A TUTTI.